Garden Sharing: l’Airbnb delle aree verdi

Nell’era della Sharing Economy, dove si condividono viaggi in auto, biciclette in città e posti letto tra viaggiatori, non poteva mancare questa nuova chicca: si chiama Garden Sharing ed è una valida alternativa al campeggio. Un nuovo modo semplice e low cost, per campeggiare su spazi privati che i vari Gardensharer mettono a disposizione.

 Questo nuovo portale, nato in Italia, è molto simile al noto AirBnb, con la differenza che consente di affittare o mettere a disposizione non abitazioni, ma il giardino di casa per montare la tenda o il camper.

Il Garden Sharing offre infatti la possibilità a chiunque abbia uno spazio privato all’aperto di ospitare viaggiatori di tutto il mondo. Funziona come Airbnb: si paga e si soggiorna sulla proprietà dell’host. Così si ha la possibilità di fare amicizia e scoprire le persone del luogo, ma anche di risparmiare per il soggiorno e poter viaggiare più a lungo.

Chi possiede un’area verde privata, può metterla a disposizione come avviene con una casa o una stanza su Airbnb. Viaggiatori di tutto il mondo oppure semplici appassionati di campeggio, possono piazzare la loro tenda o il loro camper lì durante le loro soste.

Per chiunque sia alla ricerca di un’esperienza fuori dal comune, originale e all’insegna della scoperta, Garden Sharing potrebbe essere una valida alternativa.

 

SITO WEB: https://www.gardensharing.it/

INSTAGRAM: https://instagram.com/gardensharing?utm_source=ig_profile_share&igshid=ue3p9mqcghyx

 

Martina Dell’Osbel

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

RSS
Follow by Email