38° Premio Alambicco d’Oro, il concorso Anag dedicato a grappe, acquaviti e Brandy

C’è tempo fino al 15 marzo 2021 per iscriversi e partecipare alla 38esima edizione del Premio Alambicco d’Oro. Sono interpellate tutte le distillerie e grapperie d’Italia, che desiderano portare i loro migliori prodotti in gara. Il concorso nazionale è promosso da Anag, Associazione nazionale assaggiatori grappa e acquaviti. Pronto a valorizzare ancora una volta i distillati di qualità provenienti da zone diverse del Paese, il Premio si consolida come manifestazione importante per il settore della distillazione italiana. La 38esima edizione sarà aperta a distillerie e aziende vitivinicole che producono “grappe di fattoria” (ottenute con le loro vinacce da distillerie esterne) e vedrà l’assegnazione di medaglie Best Gold, Gold e Silver e di due premi speciali: quello riservato alla distilleria che otterrà il miglior punteggio complessivo sommando le medaglie ricevute da prodotti propri e da quelli distillati per conto terzi e “Il vestito della grappa”, riconoscimento destinato alla bottiglia giudicata più bella per etichetta e forma da una giuria composta da giornalisti, architetti e operatori esterni al mondo della distillazione. Il Premio Alambicco d’Oro conta sul patrocinio di Camera di Commercio di Asti, AssoDistil, Associazione Donne della Grappa e Istituto Nazionale Grappa.

Grappe, acquaviti d’uva e Brandy: i prodotti in gara. Confermate anche le nove categorie del Premio Alambicco d’Oro aperte a grappe giovani; giovani aromatiche (provenienti da vitigni aromatici); giovani ed aromatiche che hanno subìto permanenza in legno e aromatizzate; acquaviti d’uva giovani; giovani aromatiche (provenienti da vitigni aromatici); giovani che hanno subìto permanenza in legno e aromatiche che hanno subìto permanenza in legno e Brandy.

La selezione degli assaggiatori Anag. A giudicare i prodotti, come ogni anno in forma anonima, saranno assaggiatori Anag selezionati in qualità di giudici dalle diverse delegazioni regionali dell’associazione. Tutti i distillati saranno valutati utilizzando la scheda predisposta da Anag e i giudizi saranno, poi, elaborati per formare le classifiche finali e proclamare i vincitori.  

“Il Premio Alambicco d’Oro – afferma Paola Soldi, presidente nazionale Anag – si è svolto regolarmente anche lo scorso anno, con una grande partecipazione di distillerie e aziende vitivinicole, che ringrazio, e una selezione svolta in presenza, nel rispetto delle norme anti Covid-19, grazie alla disponibilità e alla professionalità degli assaggiatori e dei referenti regionali di Anag. Anche quest’anno lavoreremo per dare continuità a questo evento e far conoscere sempre di più la ricca e variegata produzione distillatoria italiana, che si porta dietro un patrimonio fatto di storia, passione e tradizione da promuovere e valorizzare attraverso l’assaggio consapevole”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

RSS
Follow by Email