Urban Award. Premio per la mobilità sostenibile

La pandemia, il lockdown e il conseguente distanziamento sociale hanno avuto un forte impatto sulla mobilità sociale, che oggi più che mai, ha un forte bisogno di essere ripianificata. Una linea che da anni viene seguita e sostenuta da Urban Award, giunto quest’anno alla quarta edizione. Ideato da Ludovica Casellati, direttrice di Viagginbici.com e organizzato con Anci, Urban Award ha l’obiettivo di premiare i Comuni ed incentivare le amministrazioni a investire nel futuro, sostenendo i progetti legati alla bicicletta e alla mobilità sostenibile. A crederci e sostenere fortemente in questo progetto sono anche i prestigiosi partner Openjobmetis Spa e Intesa Sanpaolo. In autunno, in occasione della XXVII Assemblea Nazionale Anci, avverrà la premiazione dei Comuni vincitori.

Urban award, un premio e una sfida per il futuro

Secondo uno studio pubblicato a maggio sulla rivista Nature le emissioni di gas serra nell’atmosfera sono diminuite nel mese di apriledel 17%, proprio quando buona parte del mondo era in lockdown. Una diminuzione significativa (meno 36%) frutto di una drastica riduzione nell’uso dei mezzi di trasporto su gomma, in particolare delle automobili. Effetto che è decisamente improbabile continui anche nei prossimi mesi, la riapertura, infatti, ha visto e vedrà inevitabilmente sempre di più un aumento del numero di auto sullestrade. La necessità di distanziamento riduce la possibilità di utilizzo dei mezzi pubblici e di conseguenza per spostarsi le persone si trovano costrette a dover utilizzare l’auto, anche più di prima.

Urban Award 2019: Renato Di Rocco, Ludovica Casellati, Matteo Marzotto, Rosanna Lambertucci, Rosario Rasizza. Foto di Guido Rubino.

Ludovica Casellati, ideatrice del Premio e direttrice di Viagginbici.com sottolinea fortemente come questa situazione di pandemia che stiamo vivendo rappresenti in realtà un’opportunità per cambiare il modello di mobilità urbana. “Ci sta dando la possibilità – sottolinea – di rivedere e ripensare le nostre città, ma occorre prendere delle decisioni coraggiose e lungimiranti.” La bicicletta è destinata a diventare il mezzo di trasporto ideale è necessario però un investimento attendo delle amministrazioni in mobilità dolce, con piste ciclabili adeguate nelle città e percorsi cicloturistici che consentano di conoscere ed esplorare anche in vacanza il territorio italiano.

Urban Award, per incentivare e rendere realtà tali prospettive, ha deciso di mettere in gara tutti i Comuni italiani. Coloro che sapranno valorizzare le pratiche più virtuose e di successo in tema di mobilità sostenibile, verranno premiati. Pratiche che verranno poi duplicate. Tale iniziativa cerca di risolvere un problema culturale di fonde del nostro Paese legato ai mezzi di trasporto alternativi. A quanto pare, solo i giovani rispondono in maniera positiva ai cambiamenti e questo significa che gli amministratori devono avere il coraggio di porre in essere scelte che riescano a convincere tutti i cittadini a seguirle e che dimostrino la loro efficacia nel tempo. Anche Matteo Marzotto, Ambassador del Premio Urban Award, imprenditore, presidente di Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica, di Dondup e di FAS International e da sempre sostenitore degli sport su due ruote, sottolinea come la bicicletta sia uno strumento di straordinaria attualità ed utilità. Duttile e per tutti, ideale per quasi tutte le stagioni della vita, mantiene in forma lo spirito e il fisico. Urban Award è sostenuto anche da FCI, Federazione Ciclistica Italiana.

Le città del futuro

Urban Award intende far conoscere le soluzioni che le amministrazioni stanno programmando o realizzando per consentire ai cittadini e ai turisti di incrementare ancora di più l’utilizzo di biciclette e trasporti integrati per i propri spostamenti. Il Premio prenderà in considerazione i progetti appena approvati o in essere dalle amministrazioni pubbliche. Verranno prese in considerazione anche le attività di comunicazione e sensibilizzazione attuate dai Comuni attraverso eventi iniziative volte a promuovere l’uso della mobilità integrata, come bici e mezzi pubblici oppure di incentivazione all’utilizzo della mobilità dolce. Il tutto per favorire la mobilità sostenibile in grado di diminuire l’impatto ambientale generato dalle automobili.

Il regolamento verrà pubblicato nel sito di Anci, dove si troverà anche l’application form da utilizzare per inviare la domanda di partecipazione. La candidatura dovrà essere presentata dal sindaco o da un suo delegato entro il 15 ottobre 2020 all’indirizzo urban@viagginbici.com.
La domanda di partecipazione dovrà contenere una descrizione del progetto supportata da materiale fotografico o video, che consenta alla giuria di valutare l’effettivo beneficio che deriva alla città e ai cittadini dal progetto presentato.

Mobilità sostenibile e mondo del lavoro

Il particolare periodo storico che stiamo vivendo è destinato a portare profondi cambiamenti nelle nostre abitudini, anche nelle cose più semplici, come gli spostamenti per raggiungere il luogo di lavoro. Dunque, diventa fondamentale ripensare alla mobilità nelle città con una visione più moderna, che rinnovi i mezzi pubblici, promuova gli spostamenti in bicicletta con l’ampliamento delle piste ciclabili e dei servizi ai ciclisti o attraverso l’utilizzo di nuove figure come il mobility manager. Un ruolo fondamentale è rivestito proprio dalle aziende, che negli ultimi anni si dimostrano sempre più attente nei confronti di iniziative che propongono attività serie e costruttive per promuovere un’economia maggiormente sostenibile.

Una giuria prestigiosa

La giuria dell’Urban Award sarà presieduta da Ludovica Casellati, direttore responsabile di Viagginbici.com, magazine di turismo sostenibile e ideatrice del Premio ed è composta da istituzioni, opinion leader, associazioni, giornalisti del settore turistico e della bicicletta: Vittorio Brumotti, campione internazionale e inviato di Striscia la Notizia; Giuseppe Calabrese, gastronomo, conduttore Linea Verde; Massimo Cirri, autore Caterpillar Radio 2; Renato Di Rocco, presidente Federazione Ciclistica italiana; Giancarlo Feliziani, caporedattore Tg La7; Antonella Galdi, vice segretario generale Anci; Francesco Giorgino, giornalista TG1 e docente Luiss; Maria Rita Grieco, caporedattore TG2; Stefano Laporta, presidente Ispra; Rosanna Lambertucci, conduttrice televisiva; Paolo Liguori, direttore Tgcom24; Piero Nigrelli, direttore settore ciclo di Ancma; Massimo Poggio, attore; Rosario Rasizza, AD Openjobmetis; Guido Rubino, Cyclinside; Monica Sala, giornalista conduttrice Radio Monte Carlo. Un comitato ristretto dell’Anci farà una prima selezione dei progetti presentati, che verranno poi valutati da tutta la giuria, la quale si riunirà qualche giorno prima della proclamazione dei vincitori.

Un premio al Comune più virtuoso

La proclamazione dei vincitori avverrà in autunno, in occasione della XXVII Assemblea Nazionale Anci. Il 1°, 2° e 3° premio saranno assegnati ai Comuni che nella presentazione del progetto dimostreranno lo sviluppo delle tematiche legate alla sostenibilità, tra cui: valutazione di impatto ambientale, effettiva fruibilità dei servizi, abbattimento dell’inquinamento atmosferico, strumenti di comunicazione e sensibilizzazione nei confronti dei cittadini e dei turisti.
Il primo classificato ospiterà inoltre un viaggio stampa organizzato da Urban Award, che consentirà l’ampia promozione ai media del progetto di mobilità sostenibile premiato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS
Follow by Email