A Palazzo Grassi la più grande monografica in Italia dedicata ad Albert Oehlen

Palazzo Grassi, a Venezia, ospiterà fino al 6 gennaio 2019 “Cows by the water” una mostra personale dedicata all’artista tedesco Albert Oehlen, uno dei protagonisti della pittura contemporanea. L’esposizione curata da Caroline Bourgeois traccia un percorso lungo la produzione dell’artista attraverso una selezione di oltre 80 opere, dalle più note a quelle meno conosciute, realizzate dagli anni ’80 ad oggi e provenienti dalla Pinault Collection e da importanti collezioni private e musei internazionali.

La mostra intende evidenziare, attraverso un percorso tra i diversi generi e periodi, il ruolo centrale della musica nella produzione dell’artista dove i gesti pittorici sono frutto di contaminazione, improvvisazione, ripetizione e armonia dei suoni.

L’allestimento non cronologico si articola tra i diversi generi e periodi di Oehlen, che si è affermato nell’ambito della pittura contemporanea grazie a una ricerca in continua evoluzione dedicata al superamento dei limiti formali e alle sperimentazioni.

Albert Oehlen è noto per sfidare i confini della pittura e abbracciare una gamma molto ampia di stili, da vita ad opere tra figurazione e astrazione, bellezza e familiarità, sovversione e riverenza. Lavori che spronano lo spettatore, catturando un momento critico dove l’artista intraprende una profonda esplorazione della pittura.

“Cows by the Water” a Palazzo Grassi è la più grande monografica in Italia dedicata ad Albert Oehlen, già protagonista di importanti esposizioni in tutto il mondo: al Museo Nacional de Bellas Artes a L’Avana nel 2017, al Cleveland Museum of Art nel 2016, al New Museum di New York e alla Kunsthalle Zürich nel 2015, al Kunstmuseum di Bonn nel 2012 e al Musée d’Art Moderne de la Ville de Paris nel 2009.

Per tutta la durata della mostra, Albert Oehlen presenta il progetto “Cofftea/Kafftee” nell’atrio di Palazzo Grassi.

 

Martina Dell’Osbel

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *